FINAL DRAFT ISO 45001

Lo scorso novembre 2017 il Comitato Tecnico ISO per i Sistemi di Gestione per la Salute e la
Sicurezza sui luoghi di lavoro ha rilasciato il FDIS (Final Draft) del nuovo standard ISO
45001, in sostituzione dell’attuale OHSAS 18001. La fase di approvazione dovrebbe concludersi il 25 gennaio 2018  con l’ultima votazione, ipotizzando quindi la pubblicazione della norma a marzo 2018.
La norma ISO 45001 è lo standard internazionale che specifica i requisiti per
l’implementazione di un Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sui luoghi di
lavoro, che specifica le linee guida per il suo utilizzo col fine ultimo di consentire ad un’organizzazione di migliorare proattivamente le sue prestazioni in termini di prevenzione degli infortuni.

Novità RT09 Accredia

Dal gennaio 2018 entra in vigore il la revisione 3 del Regolamento Accredia RT09 relativo alle Prescrizioni per l’accreditamento degli Organismi operanti la certificazione dei sistemi di gestione ambientale (SGA).

Ssi segnala, in particolare, la necessità che nell’organizzazione:

  • vi sia un’analisi del contesto completa, consapevole ed organica,
  • vi sia la corretta identificazione e valutazione di tutti gli aspetti ambientali collegati alle attività, considerando una prospettiva di ciclo di vita;
  • siano presenti e valide le autorizzazioni di natura ambientale afferenti a tutte le attività collegate allo scopo di certificazione
  • siano presenti efficaci procedure di gestione della conformità legislativa
  • siano applicate efficati procedure di gestione dei rapporti con appaltatori, manutentori e fornitori

Sono infine distinti i requisiti ambientali necessari per la ISO 14001 da quelli di igiene e sicurezza sul lavoro.

Voucher per la digitalizzazione delle Pmi

Pubblicato sul sito del ministero dello Sviluppo Economico l’avviso relativo al “voucher digitalizzazione delle imprese”.

L’obiettivo è favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese. L’intervento è finalizzato a sostenere tramite Voucher del valore massimo di 10.000 euro, l’acquisto di software, hardware o servizi, incluse attività formative finalizzate alla certificazione ISO 27001 e la la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle suddette piccole e medie imprese.

Maggiori approfondimenti e dettagli sul sito ministeriale.

Approvato da ACCREDIA la revisione 02 del Regolamento Tecnico RT-05 che entrerà in vigore il 1 gennaio 2018.

Oltre a varie novità per gli organismi di certificazione, legate ai requisiti previsti dalla EN ISO/IEC 17021-1:2015 e dal documento IAF MD5:2015; si segnala:

  • l’Allegato 1 relativo alla formulazione e mantenimento degli scopi di certificazione;
  • l’Allegato 2 relativo alle evidenze di audit da raccogliere sia documentalmente che in cantiere;
  • le tolleranze sugli intervalli di sorveglianza possono essere ampliate fino a tre mesi, limitatamente alle sole attività di cantiere

Antincendio: in vigore le nuove norme di prevenzione per le scuole

Il progettista può scegliere se applicare la nuova regola prestazionale o la vecchia normativa prescrittiva I professionisti antincendio hanno maggiore libertà nel delineare una strategia per la prevenzione incendi nelle scuole nuove ed esistenti: dallo scorso 25 agosto, infatti, è in vigore il DM 7 agosto 2017   che contiene la nuova regola tecnica prestazionale.

L’impresa deve correggere gli errori di progettazione

La Corte di Cassazione, con sentenza 20214/2017,  ribadisce il principio di solidarietà negli errori progettuali, peraltro già prevista dalle norme fondamentali sui lavori pubblici. Raccomandiamo pertanto, in particolare alle imprese certificate ISO 9001, di effettuare un’accurata verifica di adeguatezza degli elaborati progettuali forniti dal committente, ai sensi del capitolo 8.3 della norma ISO 9001 ed. 2015.

Semplificazione nella gestione di terre e rocce da scavo

Pubblicato in gazzetta ufficiale il DPR 120/2017 che aggiorna il regolamento dell’utilizzo di terre e rocce, le quali sono qualificate come sottoprodotti in tutti i cantieri, attraverso disposizioni comuni e norme specifiche che si differenziano a seconda della dimensione del cantiere.

Sono inoltre eliminate le autorizzazioni preventive e predisposto un modello di controllo ‘ex post’, con l’autocertificazione e il rafforzamento del sistema dei controlli.